martedì 3 gennaio 2012

Pane di grano duro

La foto non è molto bella ma vi assicuro che il pane era molto buono!


250 ml di acqua
2 cucchiai di olio
250 g di farina 0
250 g di farina di grano duro
100 g di manitoba
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero
1 cubetto di lievito di birra fresco

Si mischiano tutti gli ingredienti e si lascia lievitare per circa 2 ore. 
Ho infornato a 240° per circa 20 minuti.


11 commenti:

  1. Ciao Pollina!! Questa pagnotta è molto invitante..grazie per la ricetta, la proverò di sicuro, anche perché non ho più la pasta madre e mi tocca ripartire dall'inizio..e intanto uso il lievito di birra. Buon inizio d'anno!
    Carmen

    RispondiElimina
  2. Ciao Bili!
    Mi spieghi poi come fai la pasta madre che voglio provare anch'io?
    baci baci

    RispondiElimina
  3. ciao, mi chiedevi per la pasta madre essiccata, si acquista.
    io la trovo al Molino Rossetto, la vendono anche on line. oppure trovi un'altra marca al natura si.

    ciao!

    RispondiElimina
  4. Grazie Federica, provo al naturasì!

    RispondiElimina
  5. ciao sono simmy una tua new follower conquistata da questo merVIGLIOSO PANE A PRESTISSIMO

    RispondiElimina
  6. Ciao Pollina, grazie per essere passata da me, mi unisco anche io ai tuoi lettori.La foto la dice tutta,questo pane si vede che è venuto molto bene, bello alto e fragrante. Complimenti,sono contenta di aver scoperto un altra blogger che ama panificare in casa.A presto allora con nuove sfornate di pane e panini...;)
    Un caro saluto.
    L.

    RispondiElimina
  7. Grazie ragazze, benvenute alle nuove!
    Che piacere!
    baci baci

    RispondiElimina
  8. che nostalgia del profumo del pane che cuoceva in forno...purtroppo la mia dieta è piuttosto rigida, praticamente non lo mangio quasi mai, e quindi cerco di non tentarmi da sola facendolo...quello di grano duro è uno dei miei preferiti!

    RispondiElimina
  9. Ciao Pollina, guarda che il lievito madre (e non sono certo che stiamo parlando della stessa cosa) lo puoi fare da sola in vari modi: c'è chi usa lo yogurt e chi - umilmente - usa PICCOLISSIME quantità di lievito. Ho letto da qualch parte una lenticchia di lievito per 200 g di farina e 100 ml di acqua. Il problema non è farla, ma mantenerla. Comunque dire (a occhio, ma so che tu adatterai benissimo la cosa) una lenticchia di lievito di birra, 2 cucchiai di miele (facciamolo mangiare!!), 200g di farina, mezzo bicchiere d'acqua, mischia alla bell'e meglio e metti in un recipiente di vetro, con poca aria e chiuso. Lascia lì per 3 giorni all'ombra, ma a temperatura ambiente casalingo.

    Poi apri ed è pronto, se ne usa in quantità mooooolto maggiore rispetto al lievito, direi 5 volte di + (1 etto dove usavi 25 grammi), ma SOPRATTUTTO!! si tiene in frigo (e si lascia fuori per 1 giorno prima di usarlo) e ogni 3-5 giorni (a seconda di quanto è "viva", si toglie lo strato di muffa intorno, e si reintegra con quanità di acqua sempre circa la metà della farina.

    Col tempo migliora (perde l'acido, pur rimanendo viva)... o muore :(

    Fammi sapere si ti mandano la ASL !!!!

    RispondiElimina
  10. Grazie Alex!
    Il problema della pasta madre è proprio mantenerla!
    Ti ringrazio molto della ricettina, ho comprato la pasta madre essiccata al NaturaSì e devo dire che funziona molto bene, però proverò anche a farla in casa....
    ciao :)

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina